Giocare in borsa: aumentano gli scambi sul cambio Sterlina Dollaro

By | 17 luglio , 2016

Il referendum inglese con la vittoria del SI e l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea ha scosso il mercato mondiale, facendo registrare variazioni dei valori della maggior parte delle valute e dei relativi tassi di cambio per coppie monetarie.

A risentire maggiormente della decisione dei cittadini della Gran Bretagna è stata, in un primo momento, proprio la moneta inglese: la sterlina ha vissuto nella giornata del Brexit un notevole calo, il quale ha portato la valuta inglese a toccare il valore minimo degli ultimi trentuno anni, per una perdita complessiva di valore del 10%. Nel corso della giornata la sterlina è riuscita a riacquistare potere, ma la vittoria del SI è stata molto influente e la crescita del valore non è riuscita a riportare la moneta ai livelli soliti.

Quello che è stato sottolineato dal sito tradingonlineguida.com è il forte aumento degli scambi dovuti ai tantissimi privati che, proprio in occasione del Brexit, hanno cominciato a giocare in borsa. Secondo alcune stime non ancora ufficiali, infatti, i volumi sono quasi triplicati e il numero di “traders improvvisati” è aumentato del 50% rispetto al normale.

Ma attenzione, perchè un mercato così complesso rischia di essere estrmemante pericoloso per chi è alle prime armi. E come ben sa chi fa trading di professione, giocare in borsa è molto rischioso se non si sa esattamente quello che si sta facendo. Cerchiamo, quindi, di fare il punto della situazione analizzando il contesto economico da affrontare.

Il cambio sterlina dollaro ha creato una altalena emozionale negli investitori, passando rapidamente dalla soglia di 1.50, il valore più alto raggiunto nel corso del 2016, alla soglia 1.32, il valore minimo registrato negli ultimi trentuno anni. Attualmente il cambio è offerto a 1.3684.

Giocare in borsa: il boom del post brexit

Nei giorni precedenti al referendum inglese molti analisti avevano previsto la vittoria del NO ed il risultato finale del voto ha quindi stupito gli investitori. Nonostante l’avverarsi del Brexit fosse considerato meno probabile rispetto alla permanenza del Regno Unito in Europa, sia gli investitori che la Bce e la Bank of England avevano già pensato ad eventuali strategie post Brexit, per non farsi trovare impreparati.

Le rassicurazioni della Bank of England non sono bastate per sostenere il valore della moneta inglese e non sono riuscite a frenare la variazione del cambio sterlina dollaro in netto favore del dollaro. Il dollaro, inoltre, ha acquistato potere anche nei confronti dell’euro, il quale ha subito un calo nonostante le rassicurazioni della Banca Centrale Europea.

La sterlina non ha perso potere solo nel cambio sterlina dollaro, ma anche nei confronti di altre valute. E’ un momento finanziario difficile per la moneta inglese e la Bank of England deve fare molta attenzione a non perdere la fiducia degli investitori, onde evitare di dar vita ad una fase di decrescita che potrebbe portare ad una crisi dell’economia britannica.

Un spetto molto interessante è quello che ha spinto moltissime persone a giocare in borsa. Parliamo di persone normali e non traders professionisti che, come è normale che sia, abbiano cercato di ottenere un profitto da un evento tanto eccezionale. Quello che invece ha sorpreso è la propensione a investire nel trading da parte di chi non lo aveva mai fatto fino a quel momento.

Ma torniamo ad analizzare le possibili rispercussioni di borsa del post Brexit. L’uscita della Gran Bretagna dell’UE e l’allontanamento della sterlina dall’economia europea sembrano poter essere fattori determinati riguardo l’affermarsi di nuove coppie di valute monetarie nell’economia mondiale.

Mentre il cambio stellina dollaro è crollato, lo yen ha acquistato potere sia sul dollaro che sull’euro, proponendosi come possibile valuta rifugio per chi sceglie di investire in questo periodo di cambiamenti economici.

Giocare in borsa: altre valute da tenere in considerazione

Due elementi da tenere in considerazione in questo periodo sono il cambio euro yen, che è crollato dalla soglia di 121.6 al valore di 109.3 attestandosi ai livelli registrati nel 2012, e il cambio dollaro yen, il cui valore è sceso da 106.6 a 98.8. Lo yen è stato in grado di sfruttare a proprio vantaggio la scelta dei cittadini inglesi, acquistando potere su molte valute e traendo beneficio dalla diminuzione del valore della sterlina e del suo tasso di cambio con il dollaro.

Fra i due tassi di cambio quello più interessante sembra essere il cambio euro yen, dal momento che da un lato la valuta giapponese sta acquistando valore, dall’altro l’euro si sta svalutando influenzato dalla sterlina. Il cambio fra le due valute ha perso più di dodicimila pip e la discesa potrebbe continuare anche nei prossimi giorni, offrendo agli investitori allettanti opportunità di guadagno.

Il cambio sterlina dollaro resta un investimento molto rischioso, vista la situazione economica e la difficoltà di prevedere l’andamento della sterlina nel corso della prossima settimana finanziaria. Il futuro della moneta inglese dipenderà in larga parte dall’abilità della Bank of England di rassicurare gli investitori, per impedire un’ulteriore e pericolosa svalutazione.

Stando alle previsioni di svariati analisti di mercato, la sterlina nei prossimi giorni si svaluterà ulteriormente, svalutazione che potrebbe essere sfruttata da chi investe in forex online per guadagnare con il cambio sterlina dollaro o con il cambio sterlina euro. Nel caso in cui si scelga di investire sul tasso di cambio sterlina euro si ricorda di tenere in considerazione che anche la moneta europea sta vivendo una fase di flessione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *